Strict Standards: Redefining already defined constructor for class wpdb in /membri2/altrifatti/wp-includes/wp-db.php on line 52

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri2/altrifatti/wp-includes/cache.php on line 36

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class WP_Object_Cache in /membri2/altrifatti/wp-includes/cache.php on line 389

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl($output) in /membri2/altrifatti/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl($output) in /membri2/altrifatti/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri2/altrifatti/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_el() should be compatible with Walker::end_el($output) in /membri2/altrifatti/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_PageDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri2/altrifatti/wp-includes/classes.php on line 556

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl($output) in /membri2/altrifatti/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl($output) in /membri2/altrifatti/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri2/altrifatti/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_el() should be compatible with Walker::end_el($output) in /membri2/altrifatti/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_CategoryDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri2/altrifatti/wp-includes/classes.php on line 678

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri2/altrifatti/wp-includes/query.php on line 21

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri2/altrifatti/wp-includes/theme.php on line 507
2007 Novembre | www.altrifatti.altervista.org

HOME

Archivio di Novembre 2007

scie in tv (parte 2)

Venerdì 30 Novembre 2007

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/altrifatti/wp-includes/formatting.php on line 74

A Rebus-questioni di conoscenza si continua a parlare di scie chimiche,per la gioia di Attivissimo e del MD80.it
Vi riporto il comunicato stampa preso da archivio.odeontv.net

Venerdì 30 novembre 2007 ore 21:10

Scie chimiche per quali scopi ?

Rebus, questioni di conoscenza” prosegue la sua indagine sul fenomeno “scie chimiche”. Dopo aver appurato l’incongruenza che contrappone un numero crescente di osservatori e studiosi, che notano anomalie nel cielo, a scettici, ora è il momento di ricercare quali potrebbero essere gli scopi e gli effetti di questa presunta “irrorazione” indebita.

Nel corso della puntata verranno mostrate alcune sequenze video inedite che ritraggono oggetti volanti non identificati al seguito di presunte “scie chimiche”. Di che natura sono questi oggetti? Extraterrestri o terrestri? E quale sarebbe la loro funzione? Inoltre, verrà preso in esame il morbo di Morgellons, la malattia che secondo alcuni sarebbe direttamente connessa con le irrorazioni chimiche mentre per altri sarebbe pura invenzione. Come sempre vogliamo capire e conoscere, mossi solo dalla verità. Qualunque essa sia

In studio:

Rosario Marcianò, informatico e studioso del fenomeno “scie chimiche”
Massimo Santacroce, Ist. Fisiologia Generale e Chimica Biologica “G. Esposito” Milano

E’ previsto l’intervento al telefono di:

Tom Bosco, direttore di NEXUS Italia

Rebus, questioni di conoscenza” è una trasmissione curata e condotta da Maurizio Decollanz con la regia di Luca Valtorta , il montaggio di Roberto De Lucia e il contributo autoriale di Carlo Crocchiolo.

morgellons ( approfondimento )(approfondimento 2 )

puntata di Rebus 23 novembre

morti bianche

Giovedì 29 Novembre 2007

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/altrifatti/wp-includes/formatting.php on line 74

Andare a lavorare in Italia e’ pericoloso.Nell’anno 2006 ci sono stati 1302 casi di infortuni mortali,+2,2% rispetto al 2005.
Il 50% degli infortuni e’ dovuto ad incidenti stradali,mentre si lavora o si va’ sul luogo di lavoro.
I settori piu’ pericolosi sono l’estrazione dei minerali,trasporti e costruzioni.

Senza contare i morti per malattie professionali contratte sul lavoro o gli infortuni gravi che rendono disabili.
Sono piu’ di 41000 le rendite permanenti che l’Inail da’ alle vedove dei morti per malattia professionale.

Si diventa disabili sopratutto per sordita’ ma aumentano in maniera preoccupante i malati di tumore sopratutto alle vie respiratorie.

Gli infortuni denunciati nell’anno 2006 sono 927.998,ripeto quelli denunciati; si stimano circa 200 mila infortuni non denunciati,a causa del lavoro nero o perche’ non vengono registrati all’Inail.

Rispetto al 2005 c’e’ un calo di infortuni( -1,3% ) ma nei lavori interinali o atipici c’e’ un aumento del 19%.
Quindi per i precari oltre al danno c’e’ la beffa.Ti sfruttano finche’ hanno bisogno,ti pagano poco e c’e’ un alto rischio di farsi male.

I rumeni hanno il triste primato di morti bianche per gli extracomunitari,nel 2006 sono morti 30 rumeni e sono stati denunciati piu’ di 11000 infortuni.La comunita’ rumena denuncia poco piu’ del 10% per paura di perdere il posto o perche’ sono in nero.

E’ singolare come la stampa ricordi gli extracomunitari solo quando avvengono fatti di cronaca a discapito degli italiani.In Italia i rumeni non hanno il primato per la criminalita’ ma per le morti sul lavoro. Bel paese civile l’Italia!!!.

Vi lascio a Di Pietro

rapporto infortuni 2006

il volto del regime

Mercoledì 28 Novembre 2007

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/altrifatti/wp-includes/formatting.php on line 74

_41211498_sarkozy_afp203×250b.jpg

Sarkozy da buon despota sta’ raccogliendo i frutti delle riforme attuate in Francia.Scioperi da tutte le categorie e sommosse dagli immigrati ghettizzati.

Linea dura e riduzione delle imposte per portare il PIL a 4 punti in meno,queste sono le promesse di Sarkozy.
A discapito di chi???
dei soliti,dei poveri.

La politica di Sarkozy e’ quella di privilegiare i ricchi e le societa’,riducendogli le imposte e introdurre la privatizzazione.
Se la spesa sanitaria e’ alta e’ colpa dei malati,quindi aumento dei ticket e multe per le cure specialistiche,se si supera una soglia l’assicurazione sulla malattia non rimborsa niente.

Tagli al pubblico impiego,23 mila posti in meno,quindi classi sovraaffollate,chiusura di molti asili,sta’ ingolfando il sistema giudiziario e ospedaliero.Dice che gli impiegati pubblici sono dei privilegiati.

Un sistema che privilegia i privati,aumento delle tariffe,buste paga sempre piu’ ridotte perche’ la riduzione delle imposte va’ a favorire chi dispone di un capitale superiore al milione di euro.Tagli, sempre piu’ tagli ma mai un’aumento degli stipendi.Gli insegnanti e’ dal 2002 che chiedono un’aumento.

Vuole, di fatto, privatizzare le universita’,lasciando gli atenei libera amministrazione,quindi aumento delle tariffe universitarie,scelta degli studenti,introdurre finanziamenti privati ecc.ecc.creando cosi’ un’istruzione di seria A e una di serie B.

La politica di Sarkozy e’ quella di lavorare di piu’ per guadagnare di piu’,riducendo la retribuzione delle ore straordinarie e riducendo a nulla il costo delle ore straordinarie ai datori di lavoro.Quindi fai piu’ ore,guadagni poco,l’imprenditore non ha nessun aumento fiscale di conseguenza nessuna nuova assunzione.

I lavoratori precari in Francia sono il 70%,pochi anni fa erano il 10%;il precariato non ha fatto crescere il paese,non ha aumentato l’occupazione;la Francia e’ agli ultimi posti in fatto di crescita.( approfondimento ).

Tolleranza zero,una frase dal forte impatto mediatico,ma che non porta a nessun risultato;piu’ polizia,piu’ arresti che hanno ingolfato il sistema carcerario e giudiziario.
Invece di adottare politiche di integrazione hanno ghettizzato gli immigrati abbandonandoli a se stessi;case sovraaffollate,degrado favorendo la criminalita’ e lo spaccio.La repressione e l’eccessiva violenza della polizia,autorizzata implicitamente dalla politica tolleranza zero,porta inevitabilmente a sommosse e alla disuguaglianza sociale.

Queste sono le politiche cosidette liberali.
privatizzazione,sempre meno servizi pubblici,tariffe sempre piu’ alte,degrado sociale.


FONTI:

www.centroriformastato.it

il secolo del risveglio

Martedì 27 Novembre 2007

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/altrifatti/wp-includes/formatting.php on line 74

Un personaggio del video, estratto dal film walking life, sostiene che l’umanita’ e’ autolesionista,quindi ha bisogno delle guerre,carestie,alluvioni ecc.ecc.

L’essere umano veramente ha bisogno del caos o ci hanno insegnato ad accettarlo???

Quando prenderemo coscienza di essere schiavi,burattini di un sistema che avvantaggia solo poche persone???

o inconsciamente accettiamo la guerra mascherata da pace,il controllo mascherato da democrazia,l’inganno mascherato in promesse ecc.ecc. perche’ incapaci di essere liberi???

missione di pace???

Lunedì 26 Novembre 2007

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/altrifatti/wp-includes/formatting.php on line 74

5e005d2ac2923ce30cb4e9c003850b3d1.jpeg

Dal 2002 a oggi la guerra in Afghanistan ha causato 11 mila morti,e’ il paese dove sono disseminate piu’ mine al mondo,in tutto il territorio sono sparse dalle 500-600 tonnellate di uranio impoverito.

L‘esercito Italiano ha il compito di supporto e controllo nella missione ISAF.
L’Isaf dovrebbe essere una forza internazionale per il mantenimento della pace con a capo la NATO.
In realta’ la NATO continua a bombardare e uccidere decine di civili ogni giorno;

quindi cosa vuol dire missione di pace??? In afghanistan non era tutto sotto controllo???

Gli italiani anche se non partecipano attivamente alle missioni,cosi’ dicono,sono lo stesso complici,contribuiscono al massacro.( approfondimento ).

Se io sono il ladro e tu il palo,tu sei meno ladro di me,hai meno responsabilita’ nella rapina??? siamo allo stesso livello.

L’Italia dovrebbe ripudiare la guerra,in realta’ sono solo belle parole;il 70% degli italiani sarebbe favorevole al ritiro dell’esercito;come mai il governo continua a mandare uomini???

Per le cosidette missioni umanitarie il governo,per il 2007, ha intenzione di stanziare 40 milioni di euro mentre per le spese militari 310 milioni di euro e continua a inviare cacciabombardieri. E’ una farsa che dovrebbe smettere subito.( approfondimento ).

L’afghanistan e’ un importante punto strategico per il controllo del mar caspio e ha risorse energetiche che fanno gola a tutto l’occidente,sopratutto agli USA.

La Exxon mobil,la Shell,l’Eni e altre multinazionali hanno il controllo delle risorse energetiche e petrolifere nel Kazakistan, grazie all’occupazione dell’afghanistan potranno trasportare milioni di barili di petrolio e gas verso la Cina,l’India e l’occidente evitando la Russia.
Quindi la guerra continua e continuera’ per il controlo geopolitico della zona.L’Italia combatte per i propri interessi,l’ENI,e non per la pace.
Senza considerare l’oppio,un commercio molto redditizio.

Il popolo Afghano sta’ morendo ed e’ stanco di essere salvato,c’e’ il rischio che collabori con i talebani.

Vi lascio alle parole di Gino Strada,basta guerre,basta prenderci in giro con una falsa pace.


FONTI:

www.peacereporter.net

ragazzi perduti

Domenica 25 Novembre 2007

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/altrifatti/wp-includes/formatting.php on line 74

2007041915475493.jpg

Bambini che iniziano a fumare sempre piu’ presto,bambini che bevono,bambini che addirittura si prostituiscono o che fanno le baby-cubiste.Droga,sesso,alcool e soldi,sono questi i valori di oggi???

Da una ricerca condotta dalla SIP(societa’ pediatri italiani) sembrerebbe proprio cosi’.Sono state fatte delle domande a 1250 ragazzi di un’eta’ compresa da i 12-14 anni.Per me non sono ragazzi ma bambini.

Dal rapporto si vede che il 28% degli intervistati fuma,
che il 44% si fa’ le canne,
che 80% fa delle cose pericolose per dimostrare di essere coraggiosi,bambini che vogliono crescere in fretta.

Alla classica domanda cosa vuoi fare da grande??? La maggior parte ha risposto la velina o il calciatore e in alternativa il nulla,se avessero 1000 euro spenderebbero per vestiti e per la tecnologia.

E’ evidente la solitudine;per questioni importanti,come l’amore o curiosita’ sessuali la maggior parte dei ragazzi si rivolge agli amici,la famiglia e’ quasi assente.

La societa’,i mass media,sicuramente incidono con una specie di programma di distrazione di massa;oggi modelle,veline,attori sono i nuovi simboli da imitare,partecipare al Grande Fratello e’ diventato lo scopo di molti ragazzi.Le bambine vogliono essere piu’ magre e sempre piu’ presto vogliono truccarsi.

Ma se qualcuno ti dice di buttarti in un fosso,tu lo fai???

Se piu’ del 90% dei bambini ha il cellulare,di chi e’ la colpa,della societa’???

Se tua figlia ti chiede i trucchi e tu approvi,di chi e’ la colpa della societa’???

Piu’ che ragazzi perduti,io direi,genitori perduti;abbiamo sostituito l’affetto con i videogiochi,abbiamo sostituito il dialogo con gli sms e le chat.

Quanto tempo passi con tuo figlio,o tu ragazzo/a quanta voglia hai di parlare con i tuoi genitori???

Certo il lavoro magari precario,il mutuo da’ pagare e mille altri problemi portono via tempo,ma sono sostanzialmente scuse;il tempo per il proprio figlio c’e’ sempre.

Qualcuno dira’ bisogna insegnare i valori veri.Quali sono i valori veri???

La famiglia??? Magari ad affermare questo sono persone che hanno un divorzio alle spalle.
Il lavoro onesto??? Oggi un ragazzino facendo il pierre nelle discoteche pomeridiane,guadagna in un week-end 700-800 euro
Il dialogo??? Quante coppie sono estranee pur vivendo nella stessa casa.

Fare il genitore e’ sicuramente difficilissimo;forse basterebbe piu’ attenzione,cogliere i segnali impercettibili,che i nostri figli mandano per evitare qualche problema.

Rapporto SIP 2006

perche’ ho fatto un blog

Sabato 24 Novembre 2007

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/altrifatti/wp-includes/formatting.php on line 74

bukowski.jpg

Ricevo la palla rasoterra da guerrilla radio;assolutamente imbranato nel smarcarmi passo la palla al volo.

-Chi o cosa ti ha spinto a creare un blog?-

Bukowschiano di natura non mi sono mai trovato a mio agio nella societa’.Ho mollato la scuola perche’ non sopportavo di studiare a comando.A 18 anni volevo andare alla stazione centrale di Milano a fare il barbone.

Ho fatto sempre l’operaio,quindi ho capito alcune cose sugli imprenditori,naturalmente portato a trovarmi nei guai la mia palestra e’ stata la strada.Mi ha permesso di capire alcune cose sulle persone,sulle droghe e sull’alcool.

Indipendente,rispetto assolutamente la liberta’ e il pensiero altrui,anche se ho sempre mille domanda da fare.

Il blog e’ nato per denunciare e sopratutto per capire questa societa’.
Il mio scopo e’ sollevare dubbi alle persone,e perche’ no,capire insieme in che razza di mondo viviamo.

-Il tuo primo post?

Scie chimiche a Cesenatico.
Questo e’ il titolo del mio primo post.Il blog nasce per dare una contro-informazione estrema,ma con il passare del tempo un blog tematico mi e’ andato stretto.Oggi scrivo quello che mi sento,quello che il mio istinto mi suggerisce.In assoluta liberta’.

Il post di cui sei più fiero?

Il mio blog ha tre mesi,quindi giovane,appena nato.
Ogni post viene fatto con passione e con l’intento,lo ripeto, di capire.Al momento sono fiero di quello che ho fatto.

Il post di cui ti vergogni di più?

Non mi vergogno mai di quello che faccio.Sbaglio e sbaglio spesso,ma non mi vergogno perche’ sono assolutamente spontaneo.
Non ho secondi fini,sono me stesso.

Incapace di tenere la palla crosso a Freenfo, Cesenatico blog, Memorandom,il seme della speranza e a tutti coloro che vogliono giocare.

scie in tv

Giovedì 22 Novembre 2007

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/altrifatti/wp-includes/formatting.php on line 74

Finalmente anche in televisione si affronta l’argomento scie chimiche.In ritardo rispetto al resto del mondo,ma e’ un inizio.A dire il vero qualche canale privato e sconosciuto ai piu’ a gia’ parlato di scie chimiche,ma la maggior parte delle persone non sa’ nulla.

In Europa e anche in Italia ci sono state interrogazioni parlamentari a riguardo,allora come mai l’informazione ufficiale non tratta l’argomento???

Se veramente e’ una leggenda metropolitana perche’ non dire la verita’???
Sono normali scie di condensa???
Servono per mitigare il riscaldamento della terra o per scopi militari???
Sanno controllare il clima???

Cosa pensate delle scie chimiche???
Conoscete l’argomento???
Pensate che con tutto quello che succede al mondo,parlare di scie chimiche sia superficiale???

Guardatevi questo servizio riguardo la manipolazione climatica effettuata dai russi.

Quindi se v’interessa guardatevi Rebus-”questioni di conoscenza” su odeon tv.

boicotta nestle’

Mercoledì 21 Novembre 2007

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/altrifatti/wp-includes/formatting.php on line 74

Nestle’ e’ una multinazionale alimentare di origine svizzera,fattura 51 miliardi e ha 470 stabilimenti dove lavorano 230.000 persone.
Oltre a essere il maggiore produttore di latte in polvere al mondo,e’ leader nel settore del caffe’ e delle acque minerali.

Nestle’ e’ uno dei piu’ grandi commercianti e trasformatori di cacao e caffe’ del mondo,pertanto e’ uno dei massimi responsabili delle gravi condizioni in cui versano milioni di contadini del sud del mondo perche’ i suoi metodi commerciali,totalmente ispirati a una logica di profitto,non garantiscono guadagni dignitosi.

Per esempio, l’associazione dei consumatori pakistana ha rilevato che nestle’ compra il latte dagli allevatori ad un prezzo che non copre neanche le spese di produzione e lo rivende per somme che le consentono di guadagnare oltre il 200%.La multinazionale ha reagito alle accuse definendo l’associazione dei consumatori ” escrementi bovini “.

Nel sud del Brasile Nestle’ paga il latte 15 centesimi di dollaro e lo rivende in Europa a 48 centesimi.
Nel 2002 alcuni senatori colombiani denunciano Nestle’ perche’ importava dall’Uruguay latte scaduto e lo rivendeva con una nuova data di confezionamento.
Sempre in Colombia Nestle’ e’ stata accusata di comportamento antisindacale.

Nestle’ nelle piantagioni dell’Africa occidentale sfrutta il lavoro minorile;centinaia di migliaia di bambini sono costretti a lavorare in situazioni pericolose e da un’indagine condotta nel 2002 risulta che sono in condizione di schiavitu’.

Tra il 99 e il 2002 Nestle’ ha ricevuto oltre 47000 dollari di multe per violazioni in materia di sicurezza e prevenzione sui luoghi di lavoro.

Nestle’ viola il codice dell‘Organizzazione Mondiale della Sanita’ promuovendo l’utilizzo del latte in polvere.L’UNICEF rivela che ogni giorno muoiono piu’ di 4000 bambini nel sud del mondo perche’ non vengono allattati al seno.Un bambino allattato con latte in polvere e’ 25 volte piu’ a rischio di morire di dissenteria che uno allattato al seno,in posti dove l’acqua non e’ sicura.
Nestle’ corrompe medici e infermieri,fa’ donazioni agli ospedali perche’ venga promosso il proprio latte in polvere.Anche in Italia Nestle’ distribuisce gratuitamente negli ospedali il latte in polvere.

In Belgio nel 2002 un neonato e’ morto a causa di un germe molto resistente che si annida nel latte in polvere.Il bambino era stato alimentato con Beba 1 di Nestle’.

Sempre nel 2002 Greenpeace International chiede a Nestle’ di smetterla di vendere cibo,compreso quello dei bambini,contenente OGM.
Nel 2003 l’associazione ambientalista indiana ha effettuato test su 17 marche di acqua imbottigliata e venduta in India come chimicamente e microbiologicamente pura.In quasi tutte sono stati trovati residui di pesticidi.

Nestle’ non rispetta i parametri di inquinamento.Nel 99 ha ricevuto una multa di 15000 sterline per aver inquinato di nafta un fiume in Inghilterra.

Nel 2003 Nestle’ ha licenziato 220 dipendenti dello stabilimento di Perugia ed e’ stata condannata dall’antitrust,insieme ad altre aziende, come Humana,Milupa ecc.ecc. per aver violato la legge sulla concorrenza a danno dei consumatori.Imponeva prezzi doppi o tripli rispetto agli altri paesi europei.

Utilizza ingredienti sperimentati sugli animali.

In Italia ha piu’ di 60 marchi.

marchi Nestle’

dossier Nestle’


FONTI :
Guida al consumo critico - Centro Nuovo Modello di Svilippo- EMI editore

le follie dell’imperatore

Martedì 20 Novembre 2007

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/altrifatti/wp-includes/formatting.php on line 74

berlusconi_napoleone_1.jpg

Finalmente stavamo pregustando la crisi e forse l’uscita dalle scene del cavaliere,stavamo per chiudere una pagina di storia italiana,ma eccolo ritornare con un colpo di marketing straordinario.
Cambia completamente strategia e scombussola l’intero quadro politico. Dichiara guerra agli alleati ed e’ favorevole al modello tedesco purche’ si ritorni a votare.Vuole le elezioni,vuole il potere,e’ drogato di potere.

Il partito del popolo e’ una bolla di sapone???

Nato da un giorno,ha gia’ il 33,2% circa delle preferenze.

Forza Italia era al 28%

Il 2/3% degli elettori di An ha deciso di aderire al PPL,quindi dall’11% An passa al 9%
1/1,5% degli elettori dell’UDC va’ con Berlusconi,quindi UDC scende a circa il 3%
Porta via qualche mezzo punto alla Destra di Storace e qualche decimale alla lega.

Insomma tra un mezzo punto e l’altro il PPL diventa il primo partito italiano.E qui si vede chi comanda ancora in Italia.
C’e’ da considerare che anche piccoli partiti come quello di Dini potrebbero convogliare nel PPL per non essere esclusi da una futura riforma elettorale modello tedesco.

Il Partito Democratico e’ al 30% circa.

Forza Italia stava perdendo drammaticamente consensi quindi l’immortale della politica italiana ha ribaltato tutto passando in testa e punendo gli alleati o ex alleati AN e UDC.

Un’altro partito che sta’ perdendo punti e’ l’ Italia dei Valori,a settembre era al 4,2% oggi e’ al 3%.Andando contro il G8, Di Pietro si e’ dato la mazzata sui piedi.

In generale il centrosinistra e’ al 45,7%,il centrodestra al 53,8%.

Vedremo gli sviluppi futuri,ma Veltroni e Berlusconi si stanno liberando di tutti quei partiti che creano problemi.

Comunque vada,a mio parere siamo messi male.

statistiche complete

FONTI:

www.clandestinoweb.com

Vday




Per aderire all'iniziativa cliccare qui.





Appello per la Giustizia - Per De Magistris




Basta! Parlamento pulito







Iscriviti al Vaffanculo Day







Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini








BlogItalia.it - La directory italiana dei blog



Add to Technorati Favorites













Foxkeh banners for Firefox 2








http://www.wikio.it


Scambio Link


Blogarama - The Blog Directory